Home > La legge del terzo roulette

La legge del terzo roulette

La legge del terzo roulette

Le figure da 4 Suddividendo i numeri in 4 gruppi da nove identificate con dei colori diversi combiandole tra loro si avranno si avranno figure da 4 ovvero 4x4x4x4. Come illustrato nella tabella qui sotto:. Prendiamo la seguente permanenza 9 - 6 - 13 - 16 - 6 - 8 - 32 - 19 - 28 - 11 - 28 - 15 - 32 - 23 - 35 - 11 - 14 - 27 - 34 - 36 - 34 - 17 - 22 - 12 Che è composta dai seguenti numeri usciti almeno una volta, suddivisi per colore di appartenenza.

La prima operazione è controllare se negli ultimi due colpi sono usciti dei numeri appartenenti a due colori diversi. In questo caso abbiamo il 22 Blu e il 12 Verde e quindi ci sono le condizioni per andare a cercare una figura con 3 o superiori. Altrimenti si risale nella permanenza per vedere se il colpo precedente è di colore diverso. Si stabilisce quale è il range di numeri da giocare la zona vincente , in questo caso scegliendoli tra quelli compresi tra il 13 e il Stabiliti i due colori diversi, si mettono in gioco i numeri dei due colori mancanti teoria delle figure da 4 , nel nostro caso i colori Arancione e Giallo.

Ma solo se sono usciti almeno una volta legge del terzo , e quindi avremo i segenti numeri da puntare in pieno per il colpo successivo. Esce il 26 ed i colori da mettere in gioco sono ancora gli stessi ma questa volta il range va dall'1 al 25 e quindi [9, 13, 17, 11, 15, 19, 23]. Facendo un esempio calcistico è come prendere i migliori attaccanti, i migliori difensori, i migliori centrocampisti e il miglior portiere e pensare di avere una squadra invincibile.

Ma bisogna fare i conti con l'allenatore e cioè voi che non deve fare disastri e con la sfortuna che è sempre in agguato. Non sarà invincibile, ma come squadra ci sono i presupposti per togliersi delle soddisfazioni In un numero di colpi uguale al numero di combinazioni, un terzo delle combinazioni non sarà uscito.

Possiamo ritenere la legge del terzo come una tendenza fondamentale e sempre presente in qualsiasi insieme delimitato di fenomeni casuali. Salta alla navigazione Cerca nel sito. Strumenti personali Privé. Info La legge del terzo di Bockstaele di C. Principi guida elaborati da C. Per opposto si intende: Analogamente risalendo dal basso dopo il 21 un numero compreso tra 20 e 1 da 1 a 20 Lo schema proposto non corrisponde all'originale del Bockstaele, sia per la struttura con le frecce di nostra creazione sia per i colori dei gruppi.

Bockstaele aveva inserito il rosso e il nero, ma questa scelta ha spesso generato confusione nei lettori che li confondevano con i numeri neri e rossi, pertanto abbiamo sostituito i colori; una scelta che non influenza minimamente la logica del sistema Le figure da 4 Suddividendo i numeri in 4 gruppi da nove identificate con dei colori diversi combiandole tra loro si avranno si avranno figure da 4 ovvero 4x4x4x4. Come illustrato nella tabella qui sotto: La redazione.

Per dirla tecnicamente, dobbiamo calcolare le permutazioni dei nostri 9 numeri. Il numero di tali permutazioni è dato dal fattoriale di 9 che si indica con il simbolo 9! Esaminiamo separatamente le due questioni. Stante il fatto che stiamo esaminando i risultati di 9 colpi, dei quali solo 2 hanno dato un risultato uguale, è agevole dedurre che i restanti 7 risultati saranno dati da 7, dei restanti 8 numeri su 9, che sono, in questo caso, diversi tra loro. Bene, quante sono le possibili combinazioni di 8 numeri, considerati in gruppi di 7? Il calcolo combinatorio definisce questo problema come "combinazione di n oggetti a k a k ".

La formula che determina il numero di tali combinazioni è. Conosciamo quindi ora il numero delle possibili combinazioni dei restanti 8 numeri, dei 9 considerati, sulle 7 possibili posizioni date dall'esempio numero 3, combinazioni che assommano a 8. Da quanto già esposto, e limitandoci al caso specifico, sappiamo ora che le combinazioni di numeri che non compongono la coppia sono 8.

Dato che i nostri 9 numeri dell'esempio numero 3, pur avendo dato come risultato una coppia, possono essere usciti in un qualunque ordine, dobbiamo calcolare il numero di possibilità di mescolare tra loro i numeri che hanno dato luogo alla combinazione. Tecnicamente, dobbiamo quindi calcolare le permutazioni di n oggetti non tutti distinti. Rifacendoci al totale dei casi possibili, che di Proseguendo nell'esame sommando i dati relativi, siamo quindi in grado di determinare le probabilità che in nove colpi escano 1,2, 3, Rammentando che tale probabilità si riferiscono a quelle totali di Possiamo, per primi in base alla documentazione in nostro possesso, pubblicare nel senso proprio della parola le percentuali calcolate matematicamente e non su base empirica della cosiddetta legge del terzo applicata a nove numeri.

Quale utile raffronto abbiamo effettuato esperimenti con il calcolatore. Allo scopo di neglio valutare i dati ed inziare uno studio sullo scarto abbiamo separato i risultati ottenuti dopo , 9. Nel constatare l'assoluta corrispondenza dei dati ottenuti con quelli teorici calcolati, non possiamo riandare con il pensiero a tutti gli autori, anche grandi, che hanno sin qui "la legge del terzo" come "misteriosa", senza spiegarne le fondamenta.

Nel licenziare alle stampe questo articolo, di cui avvertiamo l'importanza senza saperne valutare l'ampiezza, ci fa piacere sottolineare come, ancora una volta, sia stato un autore italiano a pubblicare qualcosa di veramente originale in materia di ludologia. In un numero di colpi uguale al numero di combinazioni, un terzo delle combinazioni non sarà uscito. Quello che mi appresto a spiegare è un metodo basato sulla matematica e la statistica per il gioco della roulette. Saranno accennati argomenti di teoria combinatoria, eventi aleatori e variabili b Possiamo ritenere la legge del terzo come una tendenza fondamentale e sempre presente in qualsiasi insieme delimitato di fenomeni casuali.

E' la dispersione delle singole osservazioni intorno alla media aritmetica ed è usata per valutare lo scostamento dal cosidetto "equilibrio". Salta alla navigazione Cerca nel sito. Strumenti personali Privé. Legge del terzo — di Romano Desma L'osservazione che si applica a tutti i giochi ciclici compreso il lotto, è la seguente: Prima di tutto quelle composte da numeri tutti uguali fra loro ad esempio: Due le considerazioni di base: Combinazioni dei restanti numeri che non compongono la coppia.

La formula che determina il numero di tali combinazioni è abbiamo omesso, come si usa il simbolo di moltiplicazione fra i vari elementi e quindi nel nostro caso: Possibili permutazioni dei 9 numeri esaminati. Ripetiamo l'esempio numero 3: La formula è: Nel nostro caso quindi:

Metodo vincente per Vincere alla Roulette attraverso la legge del terzo numero di Nhumana

ROULETTE ONLINE CATALOG 4 In breve la legge del terzo dichiara che in una rotazione completa, per esempio di 37 numeri, su 37 boules uscite 1/3. Ho visto in rete una dimostrazione della legge del terzo secondo le seguenti linee: . (c) qui la critica più ovvia è che per la Roulette i numeri precedenti non. La legge del terzo è una di quelle “certezze” matematiche della roulette che si applica dandola per scontata o cercando di dimostrarla empiricamente in un. Nel precedente post ho accennato alla Legge del terzo che, se applicata bene e nei dovuti modi, da senz'altro molte soddisfazioni. Ho detto che basta aspettare. Le sue osservazioni e riflessioni sulla dinamica dei numeri della roulette gioco chiamato appunto il sistema sulla legge del terzo di Bockstaele, che prevede. L'applicazione di un Metodo/Sistema basato sulla Legge del Terzo è sempre stato oggetto di scontro tra matematici e statistici. I matematici a. Possiamo ritenere la legge del terzo come una tendenza fondamentale e Per quanto riguarda la roulette, solo eccezionalmente essa può variare dai suoi.

Toplists